Il martellatore parigino pianta la Siria nelle urne

Algerino assalta poliziotto, poi viene ferito. Due ore di paura nella cattedrale
Il martellatore parigino pianta la Siria nelle urne

L’uomo ha urlato “lo faccio per la Siria” come per mettere la firma in calce al suo atto e, brandendo un martello, ha colpito più volte alla testa un agente della polizia municipale che pattugliava sul sagrato di Notre-Dame. Poco dopo sono rimbombati due spari, forse tre. Un collega del poliziotto ha reagito all’attacco e […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.