Il magnate Soros e la trattativa per la Roma

Il magnate Soros e la trattativa per la Roma

Fu una trattativa, che tenne banco per buona parte del 2008. Nella Capitale c’era euforia: il supermi-liardario George Soros, “l’uomo che piegò la sterlina” voleva prendersi la Roma. La stampa e le radio sostennero che l’americano si ritirò dall’affare dopo un improvvido rilancio della famiglia Sensi, la quale paventò la concorrenza di un’inesistente cordata araba. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.