Il grande piano per lo sport: più consulenti che impianti

Nelle mani del Coni - Stanziamento da 500 milioni. Dopo tre anni esperti “strapagati” e lavori in ritardo: pronto solo il 10% delle opere
Il grande piano per lo sport: più consulenti che impianti

A Roma sono spuntati un paio di playground nei parchi, a Monopoli (Bari) è stata sostituita la pedana di un’associazione ginnica. In entrambi i casi, c’era l’ex ministro Luca Lotti a tagliare nastri, stringere mani, raccogliere consensi. E ancora: una pista di pattinaggio è stata rifatta a Montese (Modena), alla modica cifra di 100 mila […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.