Il giudice senza impiegati porta le bulle in pizzeria insieme alla loro vittima

Una 15enne vessata dalle compagne, la mediazione del presidente del Tribunale
Il giudice senza impiegati porta le bulle in pizzeria insieme alla loro vittima

Il giudice che fa diventare amici. Che esce dall’aula e riunisce in pizzeria le bulle e la loro vittima. Si chiama mediazione penale. Non è una giustizia del volemose bene, dei processi aggiustati a tutti i costi. È invece il lavoro di un magistrato minorile a corto di mezzi, ma non di entusiasmo. Un lavoro […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.