Il giudice Barbera si difende ballando sulla prescrizione

Indagato per corruzione nei concorsi universitari, per ora il giurista che siede alla Consulta non rinuncia alla possibilità di schivare il processo
Il giudice Barbera si difende ballando sulla prescrizione

Il professor Augusto Barbera, il primo caso noto di un giudice costituzionale che siede alla Consulta da indagato, non ha rinunciato alla prescrizione. A mesi di distanza dalla chiusura dell’inchiesta – che da Bari è arrivata per competenza a Roma dove è iscritto per corruzione – almeno per ora Barbera non ha depositato la rinuncia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.