Il futuro è dei profughi e la colpa sarà solo nostra

Già oggi l’Occidente pare impreparato a 65 milioni di migranti; nel 2050 saranno 250 milioni quelli ambientali
Il futuro è dei profughi e la colpa sarà solo nostra

Duecento-duecentocinquanta milioni di rifugiati ambientali entro il 2050: lo annuncia l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, e la cifra spaventa. Già l’Europa non riesce ad accogliere i profughi di guerra, anche se i fuggitivi rappresentano solo lo 0,2% delle nostre popolazioni, ed eccoci alle prese con un allarme cataclismico. Il fatto è che non siamo abituati […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.