Il format xenofobo che Orbán esporta nell’Europa dell’Est

Dàgli allo straniero - La propaganda ideata dal leader ungherese “contagia” la Slovenia, la Macedonia e presto la Romania
Il format xenofobo che Orbán esporta nell’Europa dell’Est

Colloquio telefonico tra leader Washington-Budapest: “Bene tolleranza zero sui migranti, bene confini nazionali forti”. È la formula magica della Casa Bianca di Trump che vuole “forti relazioni con l’Ungheria” di Orbán. L’asse populista dei due che fa sponda a Roma con Salvini lo spezza a Napoli Roberto Fico: “Se Orbán non vuole le quote rifugiati, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.