Il dubbio peggiore: e se tuo marito fosse un pedofilo?

L’accusa di aver rapito una bambina con un furgone, i processi, le campagne dei giornali, il crollo emotivo. E se il “mostro” fosse quasi innocente?
Il dubbio peggiore:  e se tuo marito  fosse un pedofilo?

In questi anni se lo sono chiesti un po’ tutti: chissà cosa pensava Marita Comi, la moglie di Giuseppe Bossetti, mentre vedeva il marito accusato, processato e condannato per aver rapito e ucciso una ragazzina, Yara Gambirasio. I colloqui intercettati in carcere hanno rivelato sprazzi dell’angoscia che deve provare chi sospetta di aver vissuto accanto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.