Il doppione di schede per l’italiano a Praga L’M5S: “Serve l’Osce”

La storia ve l’abbiamo raccontata sul Fatto di ieri: un italiano residente a Praga si è visto recapitare a casa due plichi con la scheda elettorale, entrambi a suo nome. Una anomalia su cui la Farnesina, responsabile della gestione delle operazioni di voto oltreconfine, per ora non ha sentito il bisogno di dare spiegazioni. Così […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.