Il digitale? È carta straccia. Che costa 100 milioni l’anno

Il costo del materiale e poi macchinari, toner, gli archivi, i poliziotti che ci lavorano Una denuncia alla magistratura contabile fa i conti sullo sperpero di stampare sempre tutto
Il digitale? È carta straccia. Che costa 100 milioni l’anno

L’esposto sullo spreco della carta deve essere presentato su un file stampabile”. Parola della Procura della Corte dei Conti. Quando a Filippo Bertolami (Pnfd – Polizia nuova forza democratica) e Cecilia Poggi (Cisal – Funzioni pubbliche centrali) è giunta la risposta della magistratura contabile, non sapevano se ridere o piangere. Avevano appena inviato un esposto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.