Il debutto rimpicciolito: l’idea di Payne non salva il mondo

La Mostra del Cinema è partita ieri con “Downsizing”, un apologo sull’ambiente in cui, per sopravvivere, uomini e donne si restringono fino a 12 centimetri
Il debutto rimpicciolito: l’idea di Payne non salva il mondo

Tesoro, mi si è ristretta la Mostra. Venezia 74 inaugura con Downsizing, il mini-apologo ambientalista e buonista dell’americano Alexander Payne, e si ferma a mezza costa: è un film più alto di Everest, deludente incipit del 2015, ma più piccino di La La Land, apertura danzante e calzante dell’anno scorso. Regista solido, empatico e dotato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.