Il contratto e il premier: ora è battaglia M5S-Lega

La trattativa su temi e nomi è in alto mare. Colloqui con Grillo e Casaleggio
Il contratto e il premier: ora è battaglia M5S-Lega

Il miracolo, cioè il governo, è lì, a un passo. Ma dopo il gesto del Caimano Luigi Di Maio, il capo dei Cinque Stelle che era e non sarà più candidato premier, non esulta e non celebra. “È prevalsa la responsabilità, domani (oggi, ndr) vedo Salvini” commenta. Punto. “C’è cauto ottimismo, ma serviranno pazienza e […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora


entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora

© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.