Il carabiniere: “Non so perché mi sono fatto trascinare”

Il carabiniere: “Non so perché mi sono fatto trascinare”

Si dice “devastato” consapevole di “aver fatto una cosa inqualificabile” ma anche di non saper spiegare “perché mi sono fatto trascinare in questa situazione”: così al proprio difensore, avvocato Cristina Menichetti, l’appuntato dei carabinieri accusato insieme al collega di pattuglia di aver violentato a Firenze una delle due studentesse americane che hanno denunciato i militari […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.