Il capodanno cinese del calcio e dei soldi

In questo giorno appiccicoso di caucciù”, per dirla alla Paolo Conte in un momento tristissimo per la morte di Michele Scarponi, ottimo corridore e persona da bene, ci occupiamo di zuppe agrodolci, manzi croccanti-piccanti e involtini primavera. Che però rimangono sul gozzo. Chi avrebbe mai immaginato in una due giorni milanese, a una settimana di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.