Il cacciatore di spie che sogna di essere premier

Dopo 22 anni in carcere vuole la leadership di Hamas e fare la guerra allo Stato ebraico
Il cacciatore di spie che sogna di essere premier

Non si ferma il numero dei caduti palestinesi e non si fermano le proteste al confine tra Gaza e Israele. Dopo le due vittime di ieri, che sono andate ad aggiungersi alla lista dei 17 morti uccisi dall’esercito israeliano lo scorso venerdì, oggi inizia la seconda ondata di proteste organizzate dal movimento islamico Hamas, che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.