Il “branco” dei ragazzini: due confessano, preso il terzo

Ripresi dalle telecamere e braccati, si consegnano due fratelli di 15 e 16 anni, marocchini nati in Italia. Manette a un nigeriano, l’unico maggiorenne sarebbe scappato
Il “branco” dei ragazzini: due confessano, preso il terzo

Quando si sono riconosciuti nella foto diffusa dalla polizia e pubblicata da siti e giornali, si sono spaventati e sono andati alla caserma dei carabinieri del loro paese, Vallefoglia, nel Pesarese. A uno sbigottito maresciallo hanno detto: “Siamo stati noi”. Due fratelli, quindici e sedici anni, figli di marocchini ma nati e cresciuti in Italia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.