Il benzinaio per gelosia brucia vivo il senza-tetto

Una telecamera riprende l’esecuzione avvenuta venerdì notte: carburante addosso al clochard mentre dorme, poi le fiamme e la morte. Ieri l’arresto dell’assassino
Il benzinaio per gelosia brucia vivo il senza-tetto

C’è un uomo incappucciato che davanti all’occhio impietoso di una telecamera di sorveglianza dà fuoco ad un clochard addormentato. C’è la squadra mobile che per un’intera giornata scatena la caccia al misterioso assassino perlustrando un intero quartiere, interrogando negozianti e possibili testimoni, scandagliando ogni centimetro della Missione San Francesco dei frati Cappuccini, dove il povero […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.