Il bancario ormai è precario L’Abi vuole aiuti per gli esuberi

Trattativa: 30 mila addetti dovranno andare a casa. Gli istituti: soldi pubblici per i prepensionamenti. Il governo prende tempo
Il bancario ormai è precario L’Abi vuole aiuti per gli esuberi

Agennaio del 2015, si doveva rinnovare il contratto, in qualche migliaio sfilarono per Milano con le pettorine “io non sono un banchiere” e finirono per intonare Bella Ciao in piazza della Scala con tanto di bandiere rosse. Scena un po’ surreale visto che, pur non essendo banchieri, erano bancari, Qualcuno se lo ricorda il “bancario”, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.