I soliti sospetti, radicali liberi e pronti a uccidere

Tutti i terroristi che hanno colpito in Francia erano nella lista dei sospetti jihadisti. Come i 2 carnefici di Rouen

Adel Kermiche aveva tentato due volte di raggiungere la Siria per arruolarsi nelle milizie di Daesh e per questo i servizi francesi lo avevano schedato. Uno dei due assalitori della chiesa di Saint-Étienne- du-Rouvray, responsabile di aver sgozzato il padre Jacques Hamel e preso in ostaggio suore e fedeli, era in quella ormai famosa lista […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.