» Politica
martedì 28/03/2017

I software anti-furbetti

I software anti-furbetti

La metodologia usata dal Fatto per analizzare la tesi del ministro Madìa si basa, in prima battuta, su due software “anti plagio”, tecnologie in uso nelle università europee e americane dal 2006. Utilizzano algoritmi per creare una impronta digitale di ogni porzione del testo in esame e poi la comparano con le impronte dei passaggi […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Politica

Madia, dottorato con 4 mila parole copiate nella tesi

Politica

Esperimento con dati oscuri e modello statistico già usato

Iran, precipita aereo: nessun sopravvissuto
Politica
A bordo 66 passeggeri

Iran, precipita aereo: nessun sopravvissuto

Politica
La moglie: “M’ha aggredito”

De Falco: “Mai violento, accuse denigranti”

Incidenti sulle Alpi, muoiono tre sciatori
Politica
Valanghe e fuoripista

Incidenti sulle Alpi, muoiono tre sciatori

Matteo esclude le larghe intese, ma tace su Silvio
Politica
I 100 punti del programma

Matteo esclude le larghe intese, ma tace su Silvio

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×