I Salah di casa nostra “Pronti al martirio ma ancora isolati”

Lombardia e Veneto hanno il maggior numero di foreign fighter. Radicalizzazioni in rapida ascesa nelle zone rurali del Nord
I Salah di casa nostra “Pronti al martirio ma ancora isolati”

Un fiume di denaro che dall’area del Maghreb arriva a Milano per poi ripartire in contanti e dentro valigette verso i Balcani, l’Austria e la Germania. La camera di compensazione di un tale flusso si trova in un negozio di elettronica in via Padova a pochi metri da piazzale Loreto. Da settimane l’antiterrorismo lavora per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.