I “figli di…” sono nel calcio. Molti i nomi, poca la classe

I “figli di…” sono nel calcio. Molti i nomi, poca la classe

Pare proprio Soldatino.” Al minuto 69 di un Chievo-Roma pirotecnico nel tabellino (3-3) ma piuttosto scadente per la qualità del gioco, nei giallorossi esordisce un ragazzo classe 1997, maglia numero 52. Al posto di Salah entra Lorenzo Di Livio: è il figlio di Angelo – detto Soldatino, appunto – faticatore di fascia (e di successo) […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.