I Falchi curdi firmano la strage dei poliziotti

Subito rivendicato dal Tak (ex Pkk) l’attentato vicino allo stadio del Besiktas: 38 vittime, ci sono anche civili. È l’attacco più pesante dopo il golpe, arriva nel giorno della riforma di Erdogan
I Falchi curdi firmano la strage dei poliziotti

La Vodafone Arena, il nuovo stadio del Besiktas, è un ovale incastonato sulla collina che, dalla sponda europea del Bosforo, sale e conduce da una parte a Piazza Taksim e dall’altra all’elegante quartiere di Nisantasi. Nel cuore pulsante della città, insomma. Qui, dove una delle tre più importanti squadre di Istanbul (insieme a Galatasaray e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.