I due mondi di Boaz e Yasser, divisi da un muro

Una collina a 5 chilometri dalla Città Santa: da una parte i coloni, dall’altra i palestinesi
I due mondi di Boaz e Yasser, divisi da un muro

Le abitazioni in cima alla collina sono le più spartane. In principio erano caravan. Poi sono arrivati i muri in mattoni, le tegole rosse e le pareti di cartongesso. Scendendo lungo la strada che attraversa Har Gilo si vedono case sempre più moderne, ampie e lussuose. Non s’incontra nemmeno un negozio. Auto posteggiate, bandiere alle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.