“I due contadini uccisi per un errore di persona”

“I due contadini uccisi per un errore di persona”

Non testimoni scomodi ma vittime di un fatale scambio di persona, questa l’ipotesi che si sta facendo strada nelle indagini sull’uccisione di Luigi e Aurelio Luciani, ammazzati nell’agguato di mafia del 9 agosto scorso nell’isolata stazione ferroviaria di San Marco in Lamis sul Gargano assieme al boss manfredoniano Mario Luciano Romito e il cognato Matteo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.