I 5Stelle come la prima Lega: accerchiati e sempre sotto tiro

Massimo Fini - Lo scrittore: “Sin dal primo giorno la giunta Raggi è nel mirino di tutti i giornali e le tv”. Nel ’92 i lumbard ottennero un voto plebiscitario al Nord rompendo l’asse Dc-Psi-Pci
I 5Stelle come la prima Lega: accerchiati e sempre sotto tiro

Bisognava aspettarselo. Dal primo giorno in cui si è insediata in Campidoglio la giunta di Virginia Raggi è entrata nel mirino di tutti i politici, di tutte le tv, di tutti i giornali, di tutti i pennivendoli che operano in questo Paese a difesa del potere che esercitano da decenni. Da allora non c’è stato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.