Guidi e Petrella, sensibilità diverse a caccia di empatia

Guidi e Petrella, sensibilità diverse a caccia di empatia

Giovanni Guidi e Gianluca Petrella, pianoforte e trombone, sono la punta avanzata della “golden age” del jazz italiano. Creatività, tecnica, talento, vitalità che non accetta limitazioni e che nel rimettersi continuamente in gioco trova la propria forza. Una complicità musicale, la loro, cresciuta suonando con Rava e consolidata dalla nascita di un duo aperto ad […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.