Grosso guaio a Washington, trincee repubblicane contro il giudice Garland

Gruppi di pressione conservatori osteggiano la scelta di Obama
Grosso guaio a Washington, trincee repubblicane contro il giudice Garland

La stragrande maggioranza dei cittadini americani pensa che il presidente Barack Obama abbia tutto il diritto di designare un nuovo giudice alla Corte Suprema, dopo l’improvvisa scomparsa a febbraio di Antonin Scalia, un italo-americano, iper-conservatore. E una maggioranza di americani condivide la scelta di Merrick Garland, persona integra e profilo bipartisan, un nome d’esperienza e […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.