Grillo si riprende i 5 Stelle e incorona Di Maio e “Dibba”

La festa del M5s - Il fondatore si riappropria del Movimento dopo sbandamenti e liti: “Il capo sono io”. Il Direttorio non esiste più, quei due ragazzi però...
Grillo si riprende i 5 Stelle e incorona Di Maio e “Dibba”

Quella parola, giurano, non la vuole nemmeno più sentire nominare. Lo infastidisce pure il nome: Di-ret-to-rio, puah! Rinnega l’altisonante organo che il Movimento Cinque Stelle si era messo in testa: doveva essere la Fase 2, quella che portava avanti il progetto dei due fondatori. Ma Gianroberto Casaleggio non c’è più e Beppe Grillo si è […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.