Grand Hotel Negresco, a Nizza ritornano i drink e il jazz dopo le lacrime e il terrore

La maledetta notte del 14 luglio accolte centinaia di persone in fuga dalla strage
Grand Hotel Negresco, a Nizza ritornano i drink e il jazz dopo le lacrime e il terrore

Come una foto di classe. Quando si fissa una generazione. O un evento epocale. Domenica 18 luglio, a mezzogiorno in punto, tutto il personale in servizio del Negresco è schierato fieramente davanti al mitico Grand Hotel di Nizza, simbolo rococò della Belle Époque, tempio dei divi che negli ormai favolosi Anni Sessanta amavano rifugiarsi in […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.