Gli Usa ci ripensano: un caffè (tardivo) con i giuristi del No

L’ambasciatore Phillips convoca cinque docenti contrari alla riforma che ha benedetto solo quattro giorni fa
Gli Usa ci ripensano: un caffè (tardivo) con i giuristi del No

Nella sede del Comitato del No, in via Dancalia a Roma, nel cuore del quartiere africano, mercoledì è arrivata una telefonata improvvisa e inattesa. Un addetto stampa dell’Ambasciata americana voleva avere i contatti di alcuni dei giuristi che sono impegnati nella campagna contro la riforma costituzionale. Ed è così che Alessandro Pace, Massimo Villone, Luigi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.