Gli italiani sono a rischio rapimenti e violenze

Gli italiani sono a rischio rapimenti e violenze

“Ogni mattina io e miei genitori ci salutiamo come se dovesse essere l’ultima volta. La violenza dilaga, gli attentati si ripetono, nessuno è più al sicuro”. Sofia Baha, 27 anni, lavora nella sede Aics della Cooperazione italiana a Kabul, parla cinque lingue e vorrebbe vivere in un Paese tranquillo. L’Afghanistan, oggi, è tutto fuorché il […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.