Gli incoscienti calvari tv del giornalista che, non ci fosse, andrebbe inventato

Claudio Cerasa - Il direttore del Foglio, capace di provocare fastidio trasversale
Gli incoscienti calvari tv del giornalista che, non ci fosse, andrebbe inventato

Lunedì sera, a Otto e mezzo, c’era Claudio Cerasa. A fronteggiarlo, consci della loro inferiorità, Antonio Padellaro e Andrea Purgatori. Cerasa è il giornalista preferito da Renzi, e anche solo questo ucciderebbe l’autostima di chiunque. Invece lui resiste. Però a fatica. Ultimamente pare un po’ sciupato. La prima cosa che notavi lunedì era la sua […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.