Gli Amici (miei) se ne vanno

Da don Fanucci al Melandri. Addio all’ultimo “zingaro”
Gli Amici (miei) se ne vanno

“Ma come calmo, ho visto la Madonna, un’altra volta!”. Se c’è un aldilà, Gastone Moschin ha potuto esibire un biglietto da visita di assoluta, comprovata e precoce fede: la Madonna lui l’aveva vista già nel 1975, alla corte immaginifica di Mario Monicelli condivisa con Ugo Tognazzi (Il Conte Mascetti), Philippe Noiret (Giorgio Perozzi), Duilio Del […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.