Giustizia a orologeria (al contrario) sul voto

Quattro Procure hanno in mano il destino delle politiche 2018: Consip, Etruria, caso Raggi (M5s), affari della Famiglia Renzi e stragi del 1993, con B. e Dell’Utri
Giustizia a orologeria (al contrario) sul voto

C’è un convitato di pietra nel gran ballo delle elezioni politiche di marzo. È la giustizia a orologeria. Non quella messa all’indice da Berlusconi ogni volta che riceve un avviso di garanzia. No. La giustizia a orologeria che rischia di condizionare il voto del 2018 funziona al contrario. Le sue lancette non accelerano, ma si […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.