Giovanni Arpino Poeta. I versi giovanili dell’autore

Le liriche adolescenziali oggi custodite dalla moglie Caterina
Giovanni Arpino Poeta. I versi giovanili dell’autore

Oltre venti quaderni, taccuini e quinterni a quadretti, scritti a penna, a matita e dattiloscritti tra il 1944 e gli anni Cinquanta. Costituiscono il giacimento poetico inedito di Giovanni Arpino (Pola, 1927 – Torino, 1987), uno dei maggiori romanzieri italiani ed europei del secondo Novecento. In prossimità del trentesimo anniversario della morte di “Arp”, avvenuta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.