» Commenti
sabato 09/12/2017

Gerusalemme. Se lo “status quo” nasconde l’ipocrisia dell’inazione

Can che abbaia non morde, dice il proverbio. Quante volte l’Unione europea, i Paesi arabi hanno abbaiato contro le prepotenze commesse da Israele nei confronti dei palestinesi, contro le risoluzioni dell’Onu disattese e derise dai suoi governi (la 181 che stabilisce che Gerusalemme e Betlemme devono essere città libere ad amministrazione dell’Onu; la 242 che […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Mondo

I “portatori di pace” Onu fatti a pezzi dai miliziani

Commenti

Mail box

Commenti
Cosa resterà...

Garibaldi, il barbone portafortuna

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×