Gerusalemme capitale “Trionfo del non sense”

Gli Usa annunciano il cambio dell’ambasciata e lo scrittore israeliano Yehoshua prevede che il caos “diverrà quasi inestricabile”
Gerusalemme capitale “Trionfo del non sense”

La decisione di Trump di spostare l’ambasciata da Tel Aviv a Gerusalemme è insensata oltreché pericolosa. Ma, purtroppo, The Donald è il Re del non sense, per usare un eufemismo”. Avraham Yeoshua, il decano degli scrittori israeliani che per primo ha condannato l’occupazione israeliana dei Territori palestinesi e ancora si batte affinché termini dopo mezzo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.