Gentiloni ci porta in Niger: “Per l’interesse nazionale”

Approvato il decreto che invia cinquecento soldati nel sud della Libia, ma il premier nega che sia un favore a Macron: “Illazioni spettacolari”
Gentiloni ci porta in Niger: “Per l’interesse nazionale”

Nonostante ormai sia in carica solo per “gli affari correnti”, Paolo Gentiloni ha preso una decisione assai impegnativa per la politica estera italiana e, come probabilmente accadrà spesso in futuro, con l’esplicito sostegno di Forza Italia: ci si riferisce al parziale ritiro di soldati dall’Iraq accompagnato dall’invio di 500 militari in Niger, Paese africano che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.