Genova 1953, donne uccise e truccate dall’amante killer

Genova 1953, donne uccise e truccate dall’amante killer

Donne giovani e sole, in attesa dell’amante clandestino. Violento. Fino alla morte. Genova, gennaio del 1953. È ancora lontano il tempo in cui verrà coniato il tremendo neologismo di femminicidio. Anche Gemma aspettava. Il colonnello Enrico Anglesio, cinquantenne, la trova così, al porto: “Il viso era coperto da una pesante patina di cipria scura in […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.