Gabo è online. Da quando José era una breve cancellatura

Gabo è online. Da quando José era una breve cancellatura

Immaginate di poter posare i vostri occhi sulle bozze di Cent’anni di solitudine, sul dattiloscritto originale, osservando correzioni con il pennarello nero, gli interi periodi sottolineati con l’evidenziatore e le aggiunte a mano, con la grafia asciutta ed elegante di Gabriel García Marquez, scoprendo, ad esempio, che il nome originale del protagonista era diverso. Ebbene, […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.