“Furbetti del cartellino”, finiscono ai domiciliari in 13: c’era chi timbrava per 10

“Furbetti del cartellino”, finiscono ai domiciliari in 13: c’era chi timbrava per 10

È successo a Sanremo, ad Avellino, a Roma e a Napoli. Il fenomeno dei “furbetti del cartellino” è ormai tra le tipicità italiane. E ieri è toccato a Foggia, dove sono state eseguite 20 misure di custodia cautelare a dipendenti del comune. In 13 sono finiti ai domiciliari, agli altri sette è stata notificata la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.