Fugge da Boko Haram e muore per mano di un ultrà razzista

Emmanuel, nigeriano, pestato a Fermo da un tifoso che aveva urlato “scimmia” alla moglie
Fugge da Boko Haram e muore per mano di un ultrà razzista

Le lacrime, Chimiary, nigeriana, 24 anni, credeva di averle piante tutte. Invece le restavano ancora quelle che le bagnano il viso, scavato dal dolore, di fronte al suo uomo, Emmanuel che, dopo un giorno di coma, ha smesso di vivere all’ospedale di Fermo. La città che li aveva accolti e in cui Emmanuel è stato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.