» Cultura
mercoledì 09/11/2016

Freetown non è Londra, la spy story è piena di iene

Freetown non è Londra, la spy story è piena di iene

Mettete da parte le avventure glamour del James Bond hollywoodiano, il mondo delle spie è popolato da iene. Almeno così lo dipinge lo scrittore statunitense Denis Johnson nel suo nuovo romanzo, Mostri che ridono (accuratamente tradotto da Silvia Pareschi). Il cuore dell’azione è Freetown, la capitale della Sierra Leone, in cui convive un crocevia fatto […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2017 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Cultura

Il potere dei social media e i giornalisti “mucche”

Cultura

Dacia racconta a Concita i suoi ricordi “senza tempo”

La grande illusione di volere le ali
Cultura
L’analisi

La grande illusione di volere le ali

di
La sfida dell’auto volante Il sogno diventerà realtà?
Cultura
Dal cielo ai tunnel

La sfida dell’auto volante Il sogno diventerà realtà?

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×