Francesco Serrao, l’uomo che segue la propria ombra

Un’affannata conversazione che aggancia il lettore con la scrittura

Spiaggiato fra ossessione di isolamento e poesia, Francesco Serrao manda un messaggio che sembra dedicato a se stesso alla sua disperazione e, a momenti, in memoria della sua scomparsa. Ma lui stesso sembra non rendersi conto del trucco. Il suo ultimo libro (Viaggio all’interno di me stesso, Laruffa) è una affannata conversazione che aggancia con […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.