Foodora

Foodora

Sono rimasti senza contratto alcuni dei rider di Foodora che a ottobre hanno protestato contro le condizioni di lavoro imposte dalla società di consegne espresse di pasti, nata in Germania nel 2014 e avviata a Milano e Torino nel 2015. In Piemonte, pochi mesi dopo l’arrivo, sono sorti i primi malumori. La ragione? La differenza […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.