Fischi e fughe: l’incubo delle Feste dell’Unità

Accoglienza - Lorenzin è scappata da Milano, la collega delle Riforme s’è beccata la contestazione
Fischi e fughe: l’incubo delle Feste dell’Unità

Buffona, buffona, buffona”. Ieri la contestazione alla Festa dell’Unità di Milano è toccata a Maria Elena Boschi: così è stata accolta da un gruppetto di una ventina di militanti con uno striscione “No al referendum”. Qualche ministro diserta all’ultimo minuto, quelli che dicono No sono più del previsto, i partigiani vengono calorosamente invitati al silenzio […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.