Figli, gelati e sconfitti. Il primo giorno con le porte aperte

Giù dagli scranni, la calca e l’umore da presa della Bastiglia. Tra divieti che saltano, bambini in festa e cerimoniale in crisi

Ma se so’ visti mai tutti sti fiji qua dentro? ‘sta foto fa il giro del mondo…”. Appoggiata al tavolino della buvette una disincantata attivista del Movimento osserva la terrazza del Campidoglio che per un momento sa di kindergarten. C’è il figlio di Virginia Raggi che dopo aver giocato un po’ sullo scranno più alto […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.