Fico non fa la foglia di fico: tace e spaventa i vertici del M5S

Il deputato campano schiva ogni contatto e riflette sul futuro nel Movimento
Fico non fa la foglia di fico: tace e spaventa i vertici del M5S

Fuori. Dalle primarie in cui non ha mai creduto. E dai piani dei vertici, per cui Luigi Di Maio era “il candidato” già da un paio di anni. E pazienza per Roberto Fico, il movimentista della prima ora, quello che “basta con il vippame” e “il candidato è il programma”. L’antagonista che tace, ostentando un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€

Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.