» Cronaca
sabato 09/07/2016

Fermo divisa dal delitto razzista. “Ma quello se l’è un po’ cercata”

Dentro la città - L’omicidio del nigeriano ha ammutolito tutti, poi la passerella di Alfano ha creato irritazione e alimentato le tensioni

A Fermo c’è un prima e un dopo. Il prima. L’uccisione del nigeriano Chidi Namdi Emmanuel scaturita dalle parole razziste del fermano Amedeo Mancini rivolte alla moglie Chiniary: “Scimmia, neri che cazzo fate…” ha suscitato un sentimento di vergogna collettiva. La città era ammutolita. Nonostante quel fatto gravissimo fosse ascrivibile al gesto isolato di una […]

Per continuare a leggere questo articolo entra ne Il Fatto Social Club
Abbonati ora
© 2009-2018 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.
Commenti

Dallas, 50 anni dopo Kennedy: parabola di un sogno sprecato

Cronaca

La rivolta fiscale dei “triestini liberi”. “Niente tasse, l’Italia non ha sovranità”

I pm ci riprovano: adesso la fonte del Fatto è Scafarto
Cronaca

I pm ci riprovano: adesso la fonte del Fatto è Scafarto

di
Il Riesame ne scarcera 21 su 58: di nuovo liberi i mafiosi di Agrigento
Cronaca
Racket in Sicilia - Beffa - Erano stati arrestati il 22 gennaio

Il Riesame ne scarcera 21 su 58: di nuovo liberi i mafiosi di Agrigento

L’agente provocatore ci serve
Cronaca
L’intervento

L’agente provocatore ci serve

di

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×